Polentata di beneficenza sabato 5 ottobre

News 22 settembre 2019

Una polentata per il Malawi. Dopo il successo della raccolta fondi per il pozzo, il nostro impegno continua. A fronte delle necessità che ci sono state segnalate da Sottosopra Onlus,  abbiamo in programma una cena a base di polenta a favore delle famiglie colpite dalle alluvioni nel distretto di Thyolo. L’obiettivo è raccogliere fondi da devolvere per la ricostruzione delle case.

Vuoi partecipare anche tu? L’appuntamento è per sabato 5 ottobre alle 19:30 presso il centro Pineta, via don Sterlocchi 58, Olgiate Comasco. Costo: adulti euro 20 – bambini fino ai 12 anni euro 12. Iscrizioni entro il 2 ottobre in Bottega.

Per simboleggiare la nostra comunione di intenti, invitiamo i partecipanti a indossare almeno un dettaglio giallo.

L’evento è organizzato in collaborazione con il Gruppo Alpini e P.A. SOS onlus di Olgiate Comasco.

polentata

Per saperne di più

Quest’anno il Malawi è stato colpito dal ciclone Idai, le cui violente alluvioni hanno distrutto migliaia di abitazioni e danneggiato infrastrutture e coltivazioni.

L’economia del Malawi è basata sull’agricoltura: infatti l’80% degli abitanti lavora in questo campo. Se fino agli anni Novanta piogge regolari permettevano una sorta di irrigazione naturale, con un relativo benessere della popolazione, negli ultimi decenni i cambiamenti climatici hanno portato una dannosissima alternanza tra piogge torrenziali e lunghi periodi di estrema siccità, con gravi conseguenze per i raccolti.

Secondo l’Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale, la popolazione del Malawi è particolarmente colpita dal cambiamento climatico proprio a causa della sua dipendenza dall’agricoltura di sussistenza. In più, il Malawi risulta essere il quarto paese più povero al mondo. Secondo il Fondo monetario internazionale, il 50% della popolazione malawiana vive sotto la soglia della povertà e il 25% in estrema povertà. Il cambiamento climatico sta aggiungendo un’ulteriore problema a una situazione di vita già di per sé vulnerabile.

 Le case di Thyolo

Le piogge torrenziali di marzo hanno portato via tutto, comprese le case di moltissime famiglie: si sono registrati più di 200 mila sfollati. Ecco perché Sottosopra Onlus sta aiutando le famiglie più bisognose della zona di Thyolo a ricostruire le proprie case. Un nuovo progetto, sorto da una necessità reale, che Koinè ha deciso di condividere.

Sono state richieste più di 20 case, ma quelle finora finanziate sono solamente due. Sono case semplici, costruite con mattoni di terra, materiale facilmente reperibile in loco. L’importo per la costruzione di una casa si aggira sui 1500 euro.

Una delle due case già realizzate è per Fraction Tiyese, un ragazzo disabile. La sua vita è ancora più complicata di quella dei suoi compaesani, proprio per la sua situazione fisica: le strade asfaltate nei villaggi non esistono, e il villaggio dove vive Fraction si trova su una collina. Le difficoltà anche solo di spostamento sono evidenti, anche se lo scorso mese, grazie ad una donazione privata, Sottosopra ha potuto regalargli una nuova carrozzina, in sostituzione di quella precedente, ormai completamente inutilizzabile. L’altra casa, anch’essa appena terminata, è per Mai Bande, una donna anziana, rimasta sola dopo che tutti i suoi dieci figli sono morti.

Contribuisci anche tu alla costruizione delle case a Thyolo! Farlo è semplice come mangiare un piatto di polenta.

È arrivata la frutta… 18 settembre 2019 chico modena (2) zafferano bussola verde (2) Bussola Verde: guarir… 2 ottobre 2019